Storia:


Il nome di Sitges deriva da "sitja”, di origine preromana, che significa "buco profondo, serbatoio di cereali." I primi abitanti di Sitges già da prima del neolitico vivevano nella zona conosciuta come “la punta delle grotte” (oltre il golfo di Terramar) e sulla collina della Punta, dove oggi si trovano la chiesa e il municipio.



Nel XVIII secolo la Catalogna ottenne il permesso di commerciare direttamente con l'America. L'economia andò nelle mani dei commercianti e quelli che tornavano arricchiti ristrutturavano le vecchie case del borgo. La città divenne un centro balneare per gli "Americanos" di Sitges.


Già nel 1879 si prendevano i bagni come terapia medicinale e dal piacere dei balneari si passò direttamente alla spiaggia. Sitges diventò la sede estiva per molti americani-sitgeani e divenne una città balneare.

 


Con l'arrivo di Santiago Rusiñol, nel 1891, Sitges divenne il centro culturale del modernismo. Nel 1909, grazie a Ramon Casas e a Miquel Utrillo, Sitges fu visitata da Charles Deering, un americano che trasformò la via Fonollar, affiancata da caratteristiche case di pescatori e dal vecchio ospedale, in un palazzo. Il Palau Maricel e Cau Ferrat (casa-studio del Rusiñol) divennero due centri d’attrazione culturale. Poco dopo Francesc Armengol progettò la città giardino Terramar e il Lungomare. Nel 1928 fu creata “l'Atracció de Forasters” e nel 1934 l'Ufficio Turismo. Successivamente Sitges divenne un punto di riferimento per il turismo europeo.



Adattamento di un frammento del capitolo scritto da Àngels Parés: La Città di Sitges in Quattro Pennellate dal libro Storia del Garraf di Rafael Mateos Ayza.

Cultura:

Sitges è una città costiera che ha saputo conservare i propri valori culturali e artistici. I resti della città medievale si mescolano con l'eredità degli “americanos”, quelli che tornarono dall'avventura americana avendovi fatto fortuna e che si fecero costruire grandi palazzi. A Sitges si respira ancora l'atmosfera bohémien lasciata in eredità dal poliedrico artista Santiago Rusiñol che trasformò la città nella mecca del modernismo.

Fin dal passato la città ha suscitato l’interesse di artisti e pittori, e ancora oggi è abitata da una colonia di artisti che mostrano le proprie opere nelle loro botteghe. Per scoprirne la ricchezza culturale basta fare una passeggiata per le strade della città, per il centro storico e sul lungomare, ma volendo approfondire si può fare una visita guidata che ci riporta al tempo degli “americanos” o del modernismo. Un'altra buona scelta sarebbe quella di visitare i quattro musei: Cau Ferrat, Maricel, Romàntic e la Fondazione Peter Stämpfli.(Rute)





NOVITÀ

CALENDARIO EVENTI

20.10.2017

23.10.2017

- • •
A 29.10.2017

L’attore Peter Vives sarà il proclamatore della 56ª Fiesta de la Vendimia di Sitges

NOVITÀ

L’attore Peter Vives sarà il proclamatore della 56ª Fiesta de la Vendimia di Sitges


PRENOTATE ORA!

garantiamo il miglior prezzo

CALENDARIO EVENTI

Oct 22